LOCATION: Monza, Italy
ARCHITECT: Francesca Cutini
DATE: 2011
PHOTOGRAPHY: Studio12
Progetto selezionato per il festival dei giardini di Monza 2011
Il progetto nasce dall’idea di creare un piccolo luogo verde per la riflessione, la meditazione e la lettura, dove rifugiarsi per sfuggire agli spazi caotici cittadini e rigenerarsi grazie alla natura, all’arte e ai libri.
E’ stato immaginato un “giardino letterario” in cui si forma un percorso graduale che, passando attraverso materiali naturali come legno e sassi e attraverso il filtro creato da ulivi ed erbe aromatiche mediterranee, arriva al fulcro dello spazio: la libreria. Grazie alle quinte degli ulivi si modellano angoli di diversa natura: quelli più nascosti, per la riflessione personale e quelli più esposti, per la socializzazione e la condivisione.  Il concept si basa sulla volontà di utilizzare materiali di recupero per creare degli oggetti di design, che si adattino sia all’utilizzo negli interni che negli esterni. Vecchi fusti industriali in ferro, riciclati, possono trasformarsi in vasi per piccoli alberi, poltrone a dondolo e librerie. Pallet usati si trasformano in percorsi nel verde o sedute sparse.
Si è volutamente abbandonata l’idea del design standardizzato e tecnologico, a favore di quello sostenibile e molto più legato all’artigianato, dando ai pezzi un carattere di originalità e unicità. Si tratta di oggetti personalizzabili nei colori e nelle finiture, mantenendo invariati il loro uso e la loro nuova funzione. Sono oggetti mobili, creati per integrarsi con gli elementi naturali e favorire il contatto e il dialogo con la vegetazione. Sia all’aria aperta in un giardino pubblico, che in una terrazza o in un salotto, si possono custodire i propri libri preferiti nel “bidone libreria” e ci si può isolare per conto proprio sulla “poltrona bidone” per immergersi nella lettura solitaria, o si possono condividere i propri interessi con gli amici dando vita a un piccolo circolo letterario con varie poltrone.